Home   Focus on   Bambini e sedentarietà: l’importanza di riprendere le attività sportive

Bambini e sedentarietà: l’importanza di riprendere le attività sportive

sport

Dopo tante settimane chiusi in casa è importante per i bambini riprendere le attività sportive, in sicurezza e con cautela

L’attività sportiva è importante per tutti, grandi e piccini, ma per i bambini e i ragazzi che in questi mesi di lockdown sono stati costretti a rimanere in casa, riprendere con le normali attività sportive è fondamentale per il loro benessere fisico.

Incoraggiare il movimento – La prima cosa da fare è incoraggiare i bambini al gioco spontaneo, e stimolarli a sfruttare ogni occasione per muoversi soprattutto con la bella stagione quando le temperature permettono di stare all’aria aperta. Non dimentichiamo però l’alimentazione: come afferma il dottor Michelangelo Giampietro – nutrizionista e medico dello sport – “Una corretta alimentazione e una regolare attività fisica sono gli elementi fondamentali per promuovere benessere  e  salute  e  per  combattere  molte  malattie  del  mondo  occidentale,  comprese  obesità  e sovrappeso  corporeo.  Purtroppo  abbiamo  assistito negli  anni  ad  un  sempre  crescente  aumento  del fenomeno della sedentarietà a tutte le età: maschi, femmine, bambini, adolescenti, adulti…ci muoviamo sempre  di  meno  e  non  abbiniamo  a  questo  minore  movimento  una  minore  introduzione  di  calorie  e  di  energia  attraverso  il  cibo”.

Obesità infantile – Cosa possono fare i genitori per contrastare l’obesità infantile? Secondo Giampietro non  si tratta di ridurre  ulteriormente  l’introduzione  di  cibo,  perché  sarebbe  un  errore  gravissimo,  quanto  invece  promuovere  uno  stile  di  vita  più  attivo,  più  movimento  sotto  tutte  le  forme,  non  solo  sport  ma  anche  movimenti  della  vita  quotidiana.

La merenda – E dopo una bella pedalata in bicicletta o una partita di calcio al parco, non dimentichiamo di recuperare le energie con una buona merenda. Non dimentichiamo però che non tutti i bambini hanno le stesse esigenze a livello calorico: la merenda a cambia, infatti, a seconda dell’attività che il bambino svolge e da quanto si muove. Quindi, consideriamo sempre le porzioni e le calorie che per la merenda non devono superare le 180-200 calorie. In questo caso portare con sé una merendina è la soluzione migliore in quanto già porzionata e bilanciata dal punto di vista calorico.

Pubblicato in: