Home   Focus on   Vacanze finite: come affrontare al meglio il rientro in città

Vacanze finite: come affrontare al meglio il rientro in città

3_merenda non va in vacanza

Ecco alcuni consigli e suggerimenti per affrontare al meglio il rientro in città dalle vacanze

Rientro no stress – Dalla spiaggia ai banchi di scuola, dal relax della montagna all’ufficio: per adulti e bambini non è facile riprendere la vita di tutti i giorni, con i suoi obblighi e carichi di responsabilità ma con qualche piccolo accorgimento è possibile tornare alle attività quotidiane senza traumi, soprattutto per i più piccoli. Ecco cosa ci dice  Anna Maria Ajello, docente di Psicologia dell’Educazione all’Università di Roma la Sapienza.

Per aiutare i più piccoli a riappropriarsi dei ritmi e delle abitudini cittadine dopo il lungo periodo di pausa è fondamentale il dialogo – spiega la dottoressa Ajello – chiacchierare con i propri bambini, spiegare loro che i nuovi ritmi di lavoro riguardano tutti, e tutta la famiglia deve abituarsi alla ritrovata quotidianità. È consigliabile evitare atteggiamenti troppo rigidi, ma allo stesso tempo ribadire delle regole, perché i bambini imparino a rispettare i nuovi orari e le ritrovate abitudini”.

Gioco & dialogo: buona coppia – E se la vacanza è il momento in cui la famiglia si riunisce e si trascorre molto tempo tutti insieme, il ritorno in città segna la ripresa delle consuete occupazioni, lavorative per i genitori, scolastiche per i figli, e il tempo per stare insieme si riduce drasticamente.

Per questo nel corso della giornata è importante per i bambini trascorrere del tempo con i propri genitori:

il momento migliore è il tardo pomeriggio – commenta la dott.ssa Ajello dalle pagine di merendineitaliane.it – rientrati dal lavoro i genitori potrebbero trovare il tempo per una breve passeggiata, un gioco da tavolo, per raccontare la propria giornata o un aneddoto divertente, e per recuperare alcune attività svolte in vacanza, anche se con tempi più ridotti. È importante che in questa fase i genitori dedichino ai propri figli una parte, anche piccola, del tempo che potevano riservare loro in vacanza”.

Un altro consiglio utile?

Incontrare qualche amichetto subito dopo il rientro dalle vacanze, anticipando le frequentazioni che saranno poi consuete alla ripresa della scuola: condividere con un coetaneo il cambiamento e la ripresa dei ritmi abituali può essere per il bambino di grande aiuto”.

Pubblicato in: