Home   Focus on   Il rientro a scuola? Così è più semplice

Il rientro a scuola? Così è più semplice

bambini_300_240

Ecco il decalogo degli esperti per ricominciare con il piede giusto

Lo stress si combatte anche a tavola – Rientrati da qualche giorno in ufficio ma sognate già la prossima vacanza? Nessun allarmismo siete anche voi fra i 6 milioni di persone che soffrono lo  “stress da rientro” o “post vacation blues” ovvero quella sindrome caratterizzata da malumore, svogliatezza e tristezza che assale al rientro dalle vacanze. E se gli adulti fremono dietro la scrivania, anche per bambini e ragazzi è un momento molto delicato: per loro il periodo di pausa è molto più lungo, un tempo sufficiente per prendere nuove abitudini e rendere più stressante il ritorno tra i banchi di scuola. Un valido aiuto arriva anche dall’alimentazione, come spiegano medici e nutrizionisti.

Gradualità e buone abitudini – Per tutti l’importante è non strafare: la parola chiave è gradualità. Importante quindi non impor­re ai bambini da subito programmi troppo serrati e  non perdere la giocosità tipica del tempo libero.

Un ruolo molto importante lo giocano un’alimentazione equilibrata e uno stile di vita attivo.  Utile a questo proposito il decalogo stilato ad hoc dal Comitato Scientifico di per un rientro a scuola più soft:

  1. Mai saltare la colazione. Sarebbe come partire con l’auto senza metterci prima dentro la benzina
  2.  Concedersi qualcosa di particolarmente gradito per colazione: mette allegria, aiuta a iniziare bene la giornata  e aiuta ad  alzarsi dal letto più volentieri.
  3. Un piccolo spuntino a metà mattina favorisce la concentrazione e fa arrivare all’ora di pranzo con meno appetito.
  4. Tornare a casa a pranzo quando è possibile. In ogni caso mangiare seduti a tavola con calma per rilassarsi e digerire bene.
  5. Interrompere lo studio pomeridiano giocando all’aperto per mantenere un buon equilibrio psicofisico.
  6. Fare una merenda leggera che interrompa le ore di digiuno fra pranzo e cena è un’ottima abitudine e aiuta a concentrarsi.
  7.  A cena un pasto completo (primo, secondo, contorno, frutta) per compensare eventuali squilibri nutrizionali dei pasti precedenti.
  8. Saltare i pasti porta a un’alimentazione squilibrata, mangiucchiare in continuazione è altrettanto sbagliato.
  9. Moderazione e varietà sono le regole fondamentali per nutrirsi correttamente.
  10. Mangiare sano è importante e si possono scegliere alimenti che sono al contempo  sani e gratificati!” 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in: