Home   Focus on   Le parole della merenda: varietà, quantità e personalizzazione

Le parole della merenda: varietà, quantità e personalizzazione

2_parole_merenda

La merenda è un’abitudine salutare e utile e per renderla ancora più piacevole ed equilibrata ecco alcune indicazioni

Varietà – Una buona merenda è innanzitutto varia, quindi sceglierne una diversa tutti i giorni è una buona abitudine. La varietà alimentare infatti è un criterio indispensabile per fare scelte nutrizionali corrette e non solo a merenda. Un frutto, un frullato di frutta e latte, una merendina, un piccolo panino imbottito, una fettina di torta fatta in casa, uno yogurt, un gelato, una fetta di pane con crema spalmabile o marmellata sono tutte alternative valide e talvolta da combinare insieme.

Quantità – Più contenuta dal punto di vista energetico quella della mattina, soprattutto se, come sarebbe buona abitudine, si è fatta un’adeguata prima colazione, e più generosa quella di metà pomeriggio in particolare se si pratica regolare allenamento sportivo o comunque giochi molto attivi all’aperto, la merenda  non deve mai essere troppo abbondante né sostituire i pasti principali. Ogni spuntino  non dovrebbe superare il 10% delle calorie complessive concesse ad un bambino nell’intera giornata: in media parliamo di 150-200 calorie (a seconda del peso, dell’età e dello stile di vita).

Personalizzazione – Ricordiamoci inoltre che non tutti i bambini hanno le stesse esigenze: la merenda cambia da bambino a bambino e può cambiare anche da giorno a giorno e dipende soprattutto da quanto e come il bambino si muove. Se fa sport in modo regolare e intenso la merenda dovrà essere più ricca, se invece è sedentario e pigro sarà più leggera. Influiscono anche gli orari dei pasti principali e non ultimo dove si consuma la merenda: a casa, a scuola, durante le attività sportive, visto che non tutti gli alimenti sono ugualmente adatti a essere trasportati. E non dimentichiamo che le preferenze del bambino, entro certi limiti, vanno rispettate perché la merenda deve essere oltre a un momento di nutrimento anche gratificante.

Per scoprire qual è la merenda più adatta a un bambino, scegliendo in base al suo specifico apporto calorico o alla merendina che preferisce clicca qui.

 

Pubblicato in: