Home   Focus on   Merenda di Pasquetta: ecco come organizzarla in casa

Merenda di Pasquetta: ecco come organizzarla in casa

colori

Una Pasquetta speciale – Tutti gli anni puntualmente ci chiediamo: ma questa Pasquetta ci sarà il sole? Potremo fare una gita fuori porta? Questo giorno viene purtroppo spesso rovinato da una pioggia sgradita, ma non quest’anno. Tra i vantaggi di questa clausura forzata, infatti, c’è il non doversi preoccupare delle sorprese del meteo. Le famiglie saranno raccolte nel calore di casa, chi sfruttando un terrazzo o un balcone, o semplicemente in casa godendo della propria compagnia tra risate, giochi e leccornie di ogni tipo. La convivialità della tavola è sempre il centro della famiglia, di cui riscopriamo l’importanza specie alle feste comandate.

Evviva il giorno della Merenda –  Le festività pasquali accomunano bambini e ragazzi in quasi tutto il mondo perché assumono le sembianze comuni: l’uovo di cioccolato. I genitori si lasciano travolgere dall’entusiasmo dei loro figli che amano ricevere, scartare e curiosare le sorprese nascoste nei loro doni pasquali. Non mancherà di certo cioccolata in abbondanza nelle credenze di casa nelle settimane successive, ottima assieme al pane fresco per preparare spuntini sani e golosi. Condividere una merenda di quantità proporzionate, adeguata al fabbisogno energetico dell’età del bambino, è importante e permette di arrivare meno affamati al pasto successivo. Una sola importante raccomandazione per i genitori: vietato esagerare! In questa direzione la porzionatura dei dolci confezionati può essere utile in quanto permette di avere un contenuto calorico prestabilito e un valore nutrizionale corretto, entrambi indicati in etichetta.

Il valore nutrizionale dello spuntino –  Un altro segreto che sveliamo ai genitori premurosi di regalare sempre il meglio ai propri figli è di cercare di variare il più possibile, non ripetendo la stessa merenda tutti giorni. Un regime alimentare equilibrato tiene conto non solo del numero di calorie contenute in un alimento, ma soprattutto della presenza dei macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi, fibre e acqua) e micronutrienti (vitamine e minerali). Dunque per le festività pasquali, e non solo, largo al consumo di frutta fresca e secca e ad abbinamenti che evidenziano l’importanza di alternare tutti gli alimenti, come yogurt, pane, dolci fatti in casa o confezionati, panini con formaggi, salumi e verdure, gelato e frullati, biscotti e cioccolato.

Le indicazioni del nutrizionista di fiducia “La merenda a casa rappresenta un momento di dialogo e di confronto tra genitori e figli, un’opportunità per educare i più piccoli a seguire alcune regole che possono migliorare la loro alimentazione – spiega la Dott.ssa Maria Rita Spreghini, nutrizionista e pedagogista dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – Ad esempio, preparare la merenda insieme è il modo più utile per acquisire consapevolezza delle porzioni e variare i gusti del bambino”. L’Istituto Bambino Gesù per la Salute del Bambino e dell’Adolescente promuove il consumo quotidiano di due spuntini al giorno, proponendo merende varie come una fetta di dolce fatto in casa o di una merendina (1-2 volte a settimana): questa metodologia fornisce un giusto bilanciamento tra l’apporto nutrizionale, la porzionatura e la giusta gratificazione ed è perfettamente compatibile con le esigenze di bambini e ragazzi. Infine, è importante ricordare che la merenda è un momento da vivere con calma e serenità, specie in questi giorni di routine poco ordinaria. Buona Pasqua a tutte le famiglie italiane!

Pubblicato in: