Home   Focus on   Merenda in viaggio: le 10 cose da sapere

Merenda in viaggio: le 10 cose da sapere

3_merenda non va in vacanza

Pronti, partenza, via! Milioni di famiglie italiane si sposteranno per le vacanze estive… un piccolo esercito con bambini al seguito che si appresta a mettersi in viaggio. Per tutti i genitori in partenza, un decalogo che riassume 10 cose da sapere per le merende dei propri figli in estate.

1. La merenda non si salta: anche in vacanza è importante distribuire l’alimentazione quotidiana in 5 pasti (colazione, merenda di metà mattina, pranzo, merenda di metà pomeriggio, cena).

2. Nei lunghi viaggi in auto optate per soste frequenti, almeno ogni 2 ore, per consentire ai bambini di bere e riposarsi. Per gli spuntini meglio prediligere cibi solidi e per chi soffre di mal d’auto evitare di dare liquidi durante il viaggio.

3. Per viaggi in aereo all’estero, soprattutto se molto lunghi, attenzione a non eccedere nel numero di pasti (soprattutto quando c’è il cambio di fuso orario).

4. In spiaggia la parola d’ordine è “leggerezza”. Sì a frutta di stagione, a metà mattina, merendine confezionate semplici, gelato e yogurt (il pomeriggio)

5. Al mare evitate cibi venduti dagli ambulanti, panini imbottiti con condimenti grassi e dolci con creme artigianali già pronti nei chioschetti bar (non potendo sapere come sono stati preparati e con quali ingredienti).

6. Se con il caldo eccessivo alcuni bambini perdono appetito non vanno forzati: molto spesso sanno regolarsi meglio degli adulti e recupereranno nel pasto successivo, senza proporgli tante alternative diverse.

7. In montagna non dimenticate nello zaino una borraccia con dell’acqua fresca e qualcosa di dolce (una merendina, dei biscotti, del cioccolato)

8. In crociera o in un villaggio attenzione ai buffet illimitati: anche se si è in vacanza i bambini non sono autorizzati a mangiare in continuazione.

9. Per le bevande, evitate quelle troppo fredde, dolci o gassate. Meglio acqua, tè poco zuccherato, succhi di frutta diluiti, frullati o latte.

10. Fino agli 8-9 anni meglio non sperimentare spuntini “etnici”, spesso troppo speziati o piccanti.

Pubblicato in: