Home   Domande e risposte   #Operazionefalsimiti: L’ananas brucia i grassi?

#Operazionefalsimiti: L’ananas brucia i grassi?

Del balzo rid 2

Risponde Valeria Del Balzo*

Le proprietà dell’ananas sono quelle tipiche di qualsiasi altro frutto, sia tropicale che locale. In letteratura alcuni lavori non più recenti avevano evidenziato come, nei ratti, un estratto alcolico dell’ananas avesse una leggera azione ipolipimezzante (J Pharmacol Sci. 2007 Mar;103(3):267-74. Hypolipidemic mechanisms of Ananas comosus L. leaves in mice: different from fibrates but similar to statins).

Ciò ha fatto credere che chi mangia ananas brucia i grassi, ma non è così: questi studi sono stati condotti su ratti e poi abbandonati perché non riproducibili sull’uomo.

L’ananas contiene bromelina, un enzima ad azione proteolitica che aiuta la digestione delle proteine ed è utilizzato in farmacologia come antinfiammatorio.

La frutta è un alimento ad alto contenuto di acqua, che può variare dall’80 al 90%; è, inoltre, buona fonte di minerali, vitamine e di importanti molecole non nutritive, ma ad azione antiossidante e di fibre.  Quindi, qualsiasi tipo di frutta di stagione deve essere consumato a fine pasto in quanto per il suo aroma e sapore sostituisce il dessert e, quindi, riduce le calorie complessive del pasto apportando benefici alla salute.

 

 

 

*Valeria Del Balzo è un’affermata esperta nel campo della nutrizione. La dott.ssa ha conseguito la laurea in scienze biologiche e si è poi specializzata in scienza dell’alimentazione presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Oggi, la nutrizionista riveste un ruolo di primo piano fornendo un attivo contributo al dibattito scientifico: è membro del direttivo della Società Italiana di Nutrizione Umana e della Società Italiana per l’Obesità ed è socio fondatore della Nutrition Research Academy. La dott.ssa Del Balzo partecipa, poi, attivamente al mondo accademico: è responsabile della cattedra di scienza dell’alimentazione dell’Università “La Sapienza” di Roma e svolge attività presso il relativo Istituto di Scienza dell’Alimentazione della facoltà di medicina e chirurgia.

 

Pubblicato in: